Search here...
TOP
Europa Italia viaggi

Mia cara Napoli

Cara Napoli

Avevo 19 anni quando ti ho lasciata mia cara Napoli, e a dirla tutta non vedevo l’ora di scappare, esplorare e diventare grande lontana da te.
Ho sempre pensato che tu non mi appartenessi, ho sempre creduto che non fossi la città giusta per me.
Sono ormai passati quasi 7 anni mia cara Napoli, e ora più che mai sento il bisogno di stare un pò con te.
Mi hai vista nascere, mi hai vista diventare una ragazza fuori dai tuoi schemi, poi mi hai vista andare via.

Sai cosa penso di te mia cara Napoli?

Penso che per quanto io giri il mondo e visiti luoghi incredibili, tu sei unica.
Sei quella che mi fa battere il cuore più di tutte.
E’ incredibile come tutto cambi quando si è distanti, penso a te ogni giorno, ed ogni giorno non vedo l’ora di rivederti. Invece quando ti avevo tra le mie mani non vedevo l’ora di scappare altrove.

L’emozione inizia quando leggo sul tabellone dell’ aeroporto “Napoli Capodichino”

Per non parlare di quando l’hostess afferma che si sta per procedere alla discesa, il cuore mi si riempie di gioia quasi fino a scoppiare.
La prassi è tirare fuori il cellulare ed iniziare a scattare fotografie al Vesuvio e al golfo, che da lontano sembrano una cartolina.

17626206_10212381507557227_1347951539600984475_n

Quando vivevo con te odiavo la linea di trasporti che funzionava male, la tua disorganizzazione e il non rispetto per l’ambiente da parte dei tuoi cittadini.
Da quando non ti vivo più quotidianamente tutti i tuoi difetti mi fanno sorridere, è come se la tua bellezza fosse anche questo, è come se senza i tuoi difetti tu non saresti tu.

I vantaggi di essere napoletana

Sono fiera di essere napoletana. Se penso ai tuoi pregi mia cara Napoli, mi viene giú un vomito di parole.
Penso al cibo: la pizza fritta, la margherita, il crocchè la frittatina e l’arancino da Di Matteo, salsicce e friarielli, la sfogliatella il babà e la pastiera, la granita da Lello, il panino di Giggino. Sorbillo, Michele e il Trianon.
Tu non hai idea di quanto io soffra senza il tuo cibo.
Le vecchiette sedute nei loro bassi dei vicoletti stretti e caratteristici che rispecchiano il facebook di 50 anni fa, le bancarelle che vendono di tutto. Il panettiere che viene a vendere il pane urlando “o’ppan o’ppan!” sotto casa la domenica mattina, e le persone che anche se non ti conoscono ti sorridono.
Il salumiere, il fruttivendolo e il pescivendolo che conoscono te, tua mamma, tua nonna e pure la bis.

Cara Napoli

La tua gente è felice anche se non ha niente mia cara Napoli

Vorrei urlare al mondo intero che tu non sei solo camorra.
Tu sei molto di più di Scampia e le guerre dei clan.Tu non c’entri nulla con le centinaia di morti ammazzati che abbiamo ogni anno.
Il problema sono le persone. Ci sono brutte persone ovunque nel mondo.

Noi napoletani avremmo anche tanti difetti, ma il cuore grande come il nostro nessuno ce l’ha.

Il tuo sole, il mare e la magia delle tue mura rendono chi ti vive una persona migliore.
Loro sono fortunati mia cara Napoli, perchè ti amano e ti apprezzano anche se ti vivono quotidianamente.  Scusami se io non ci riesco.
Sai, non è facile per me tornare a casa dopo mesi e trovare la mia mamma con un nuovo capello bianco, mia nipote con qualche dentino in più, mio padre con qualche capello in meno (ormai zero totale) e mia sorella più saggia e più bella che mai, anche se gli anni passano anche per lei.

Gli amici di sempre

Poi ci sono quegli amici con cui ho fatto le migliori follie, quelli che mi mancano continuamente.
Solo una cosa non ti perdonerò mai: ti sei portata via uno dei miei più cari amici, te lo sei portato via e io non ho potuto neanche salutarlo perchè come sempre non c’ero.  Ogni volta che torno cerco Luca tra le tue stelle mia cara Napoli.
Vorrei poter tornare indietro e vederlo di più.
Vorrei rivedere Luca e vorrei potermi vivere la famiglia e gli amici il più possibile, ma non posso farlo mia cara Napoli.

Non posso perchè l’unico modo che ho per amare la mia terra in questo modo è non viverla quotidianamente.

Ma io ti prometto mia cara Napoli, che un giorno tornerò sempre più spesso, ed insegnerò ai miei figli ad amarti allo stesso modo in cui ti amo io.
Ma ora devo andare, ci sono ancora centinaia di esperienze che voglio fare ed ho troppi sogni da realizzare.

Di speranze ne ho tante mia cara Napoli, ma puoi credermi quando affermo, con il cuore in mano e le lacrime agli occhi, che nonostante tu non possa darmi quello che cerco dal mio futuro, io resterò per sempre tua figlia.

Infine, voglio dedicarti una canzone.

 

 

Please, Follow and share on Facebook!

Lucia Schettino

Italiana di origine e cittadina del mondo, amo scrivere, viaggiare sola per il mondo ed imparare nuove lingue. Vivo a Barcellona ma attualmente sono in viaggio per il Sudamerica per circa 9 mesi.

«

»

6 COMMENTS

  • NonPuòEssereVero

    Conosco la sensazione 🙂 sono palermitana e vivo lontana da dieci anni,provo ogni volta le tue stesse identiche sensazioni 🙂

    • TheWanderlustMania
      AUTHOR

      Mi fa piacere averti trasmesso le sensazioni giuste! =) Gran bella terra anche la Sicilia =)

  • TheLazyTrotter

    Mi hai trasportata nel cuore di Napoli con le tue parole! <3 Amo la tua citta' anche se sono anni che non ho la fortuna di tornarci. Anche io sono del sud ma vivo al nord, e non esiste nulla al mondo come la propria casa e quella sensazione che, nonostante tutto, e' proprio tutto di quella terra ad appartenerci e far parte di noi.

    • TheWanderlustMania
      AUTHOR

      Infondo siamo ciò che siamo anche grazie alla nostra terra d’origine =) <3

  • Jennifer flamini

    Ciao Lucia sono Jennifer eravamo alle medie insieme 😂sono anche x me 7 anni che non vivo più a Napoli … e ora sono qui nel mio letto della mia stanzetta a Napoli nella mia ultima notte di vacanza domani mi aspetta l aereo che mi porterà lontano lontano dalla mia città dalla mis famiglia e dalla mia nipotina da poco nata . Girando su istagram mi sono ritrovata nel tuo profilo e poi blog e ho letto questo bellissimo pezzo da te scritto che mi rispecchia tanto ora ho le lacrime che mi scendono . Sono molto felice x la persone brillante che sei diventata ma già lo eri ed è bello sapere che esistono Ancora persone che le vedi cosi uniche da piccole e lo sono diventate realmente . Ora mi impadronisco del tuo pezzo x condividerlo sul mio profilo firmato l.S.
    Un bacio ❤

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Sharing is Sexy :)